Nozarego - Cappelletta delle Gave - Paraggi - Portofino - Valle Acqua Viva - Nozarego

DifficoltàBassa
Durata2
Lunghezza km.7,10
Segnaviasegnavia + segnavia + due righe rosse segnavia

Maggiori dettagli

Scheda tecnica

DurataDa 2h a 3h

Dettagli

Questo percorso relativamente breve e poco impegnativo (ad eccezione di un ripido tratto di salita quando si risale da Portofino) si sviluppa in un magnifico scenario e attraversa alcuni tratti del Parco di Portofino poco conosciuti.

chiesa di Nozarego (Santa margherita Ligure)La partenza è poco prima della chiesa parrocchiale, con la salita di ciottolato che si trova in prossimità della fermata degli autobus.

Dopo la salita iniziale, il sentiero avanza in pianura affacciandosi sul Golfo e, in particolare, su Punta Pedale e sull'Abbazia della Cervara, fino a località Gave, crocevia di sentieri (da qui si può proseguire per località Olmi oppure salire a località Crocetta) caratterizzato da una cappelletta.

L'itinerario prosegue con la mulattiera, a sinistra, che passa sotto alla cappelletta (qui trovate anche un rubinetto di acqua potabile) e scende tra fasce, nella prima parte, e muri a secco, nella seconda, per arrivare, dopo circa 20', a Paraggi.

(lungo il tragitto, a sinistra, si trova la deviazione per la Cervara: un sentiero in mezzo al bosco che in breve porta davanti all'entrata delle celebre Abbazia e scende sulla litoranea Santa Margherita Portofino).Valle dell'acqua viva

Percorsi pochi metri sulla strada principale (a destra) s'incontra la bella pedonale Paraggi-Portofino, un percorso alternativo e parallelo alla strada carrabile, immerso nel verde con incredibili scorci sulla baia.

La piacevole passeggiata, dopo circa 30', termina a Portofino di fronte alla Chiesa di San Martino dove inizia anche il sentiero per risalire verso la Vetta e proseguire il nostro itinerario.

Il sentiero carrabile (è facile incontrare scooter o piccoli mezzi a motore, perlopiù di residenti), largo e molto ben tenuto, sale da subito in maniera molto ripida tra muri di recinzione di belle ville e spazi più aperti da cui si può godere di straordinarie vedute sulla baia di Paraggi e sul lussuoso Hotel che domina la collina.

Al bivio che si incontra in località Fossello, lasciare il sentiero principale per attraversare, a destra, la Valle dell' Acqua Viva, un sentiero fresco e poco battuto. Oltrepassato un piccolo ruscello si arriva in punto dove la presenza di due cancelli e la mancanza di segnavia potrebbe mettere in dubbio la direzione da prendere.
Anche se il cancello dovesse essere chiuso, proseguire a sinistra e seguire il sentiero che rasenta alcune abitazioni e poi continua, molto stretto, tra fitta vegetazione.

Località La Costa Monte PortofinoIn breve il sentiero si addentra in un bel bosco di castagni e prosegue ben marcato e pulito fino ad una prima deviazione, dove bisogna proseguire sempre diritti, e a una seconda, in località Mulino dell'Uva. Qui attraversato un minuscolo ponticello davanti ad un antico mulino (siamo nella Valle dei Mulini), seguire il sentiero che sale contrassegnato da segnavia due ricghe rosse (a sinistra, invece, si raggiunge il Mulino del Gassetta, punto di ristoro da cui si può ugualmente tornare a Nozarego).

Inizialmente mimetizzato da erba alta, a testimonianza del fatto che è poco frequentato, il sentiero diventa via via più pulito e alla diramazione, in località La Costa, dove bisogna continuare diritti in direzione le Gave, penetra in un bosco di quercie e maestosi pini marittimi, caratterizzato da alcuni roccioni. Un breve tratto più aperto anticipa l'arrivo ad alcune abitazioni e, quindi, alla Cappelletta delle Gave. Qui ripercorrendo il medesimo sentiero dell'andata ci si ritrova al punto di partenza dell'itinerario.

Il nostro percorso GPS

 

 

Potrebbe interessarti anche...