Paraggi - Valle dei Mulini - Olmi - Crocetta - Gave - Paraggi

DifficoltàBassa
Durata2h
Lunghezza km.3,500
Segnaviasegnavia + T

Maggiori dettagli

Scheda tecnica

DurataDa 1h a 2h

Dettagli

Per evitare problemi di parcheggio (soprattutto in estate), si consiglia di raggiungere Paraggi con l'autobus che, ogni 20' parte da Santa Margherita Ligure, in piazza V. Veneto (presso la rotonda sul mare).

Il percorso inizia in fondo al parcheggio di Paraggi, con la scalinata, a sinistra, che s'inerpica nella cosidetta "Valle dei mulini".

Lungo il tragitto, infatti, si può osservare ciò che rimane dei 35 mulini che un tempo erano in funzione in questa zona; una serie di pannelli descrittivi ne illustrano le varie funzioni.baita

Il percorso, costituito in prevalenza da gradini di pietra, si sviluppa in una valle ombrosa, costeggiando, nella prima parte un piccolo rio. In prossimità di alcuni mulini, oggi trasfomati in abitazioni, il sentiero esce dalla macchia e attraverso la folta vegetazione si può intravvedere uno spicchio di mare.

Dopo un'ultima rampa, sotto i castagni, si arriva a località Mulini (252mt.s.l.m.) sulla strada proveniente da Nozarego e, svoltando a sinistra, dopo 10', a località Olmi, sull'asse Portofino mare-Portofino vetta.

Da località Olmi (260 mt. s.l.m.)si prosegue a destra, in direzione Portofino Vetta sul sentiero di ciottoli che si snoda tra pini e castagni, fino a località Crocetta (363 mt.s.l.m.), dove, a sinistra, parte la diramazione per Nozarego.

La prima parte del percorso si svolge tutta in mezzo ad un bosco ricco di felci e di maestosi pini marittimi, con un iniziale tratto in salita a cui segue un falsopiano e infine la discesa fino a località il Monte (a sinistra si va a Santa Margherita Ligure, passando da Nozarego).

località FaroQui, a sinistra, il cammino avanza, in direzione Gave-Paraggi, tra ulivi e castagni offrendo scorci panoramici sulla punta di Portofino; segue poi località Il Frate, un piacevole tratto, poco battuto, in mezzo ai prati in cui si passa accanto ad alcune abitazioni.

Rientrato nel bosco il sentiero scende e sbuca davanti alla Cappelletta delle Gave, dove incontriamo l'unico rubinetto di acqua potabile di tutto il percorso.

La ripida discesa, a destra della cappelletta, in circa 15', snodandosi tra fasce e alti muri di recinzione ci riconduce al parcheggio di Paraggi.

Potrebbe interessarti anche...