San Rocco Camogli - Batterie - Punta Chiappa

Difficoltàmedia
Durata1h
Lunghezza Km3,520
SegnaviaSegnavia San Rocco - San Fruttuoso

Maggiori dettagli

Scheda tecnica

DurataFino a 1h

Dettagli

Questa volta vi proponiamo un antico sentiero recentemente ripristinato (luglio 2012) e ri-aperto al escursionisti. Si tratta del suggestivo percorso che, scendendo tra i resti dei bunker, costruiti dai tedeschi durante la II Guerra Mondiale, arriva a Punta Chiappa.

Il punto di partenza della nostra passeggiata è San Rocco di Camogli, che si può raggiungere sia con i mezzi propri (si ricorda di parcheggiare prima della sbarra che limita il passaggio ai soli residenti), in bus oppure a piedi da Camogli

Arrivati sul sagrato della chiesa di San Rocco, splendida terrazza panoramica affacciata sul Golfo Paradiso, proseguite lungo il sentiero che costeggia il mare. Dopo qualche minuto, oltrepassato un primo sentiero che scende a Punta Chiappa (via San Niccolò), attraversate località Mortola, un piccolo nucleo di case molto caratteristico.

Superato l'abitato, incontrate ancora qualche abitazione e, sulla sinistra, una fonte di acqua potabile, poi il sentiero entra nel bosco e arriva, dopo circa 20', in località Fornelli, dove dovete proseguire sempre diritto. Dopo un tratto in falso piano seguono alcuni saliscendi su scalini di roccia irregolari ma facilmente percorribili e un breve tratto in salita che vi conduce, fuori dalla boscaglia, in un punto altamente panoramico.

Dopo circa 40' dalla partenza arrivate in località Groppo Marso, dove incontrate una prima deviazione per Punta Chiappa, un sentiero che dopo qualche metro si congiunge con quello che abbiamo scelto noi e che troverete, ben segnalato, poco più avanti in località Batterie.
Superato il primo bunker  incontrate la prima di una serie di deviazioni che conducono a "manufatti bellici", cioè alle varie postazioni occupate dai tedeschi. Il consiglio è di andare a visitare questi interessanti bunker, ma se avete poco tempo a disposizione continuate a sinistra sul sentiero in terra battuta, seguendo sempre le indicazioni per Punta Chiappa che potete osservare sotto di voi.

Quasi tutto il percorso è costituito da scalini (a volte un po' alti) in cemento e ringhiera che agevolano la discesa.
Superato il secondo bunker il sentiero sale per congiungersi con il sentiero proveniente da Groppo Marso e, proseguendo a sinistra, arriva in prossimità del bunker che dal mare si vede chiaramente spiccare in mezzo alla vegetazione.

Mantenete sempre la sinistra per scendere, in mezzo ad un bosco che regala qualche bello scorcio su Camogli; superata una vecchia cabina dell'enel un breve tratto in piano anticipa la scaletta in legno con cui termina il vostro itinerario, tra Punta Chiappa, a sinistra e Porto Pidocchio, a destra.

Qui il nostro percorso dal GPS

Potrebbe interessarti anche...